Comprare azioni prima o dopo lo stacco del dividendo?

Uncategorized
Tempo di lettura: 4 minuti

Stai leggendo le notizie finanziarie e ti balza all’occhio quella relativa all’annuncio del pagamento del dividendo da parte di una società il giorno 18 maggio.

Le azioni di quella società negli ultimi giorni scambiano al prezzo di 20 €.

Con un dividendo di 1€ il rendimento sarebbe un interessante 5% che, con tassi a zero o quasi, con tanti titoli di stato che hanno rendimenti negativi, quel dividendo ti fa gola.

E una lampadina si accende in testa, perchè non comprare quell’azione prima dello stacco del dividendo e poi rivenderla?

Sembra una strategia del tutto lineare ed è facile autoconvincersi di questo ma è meglio non cadere nel cosidetto “confirmation bias“.

La strategia che hai pensato non funziona purtroppo, se no sarebbe troppo facile e in borsa c’è il detto non esistono pasti gratis.




Ok che investire è semplice, per citare Charlie Munger, però ricordati anche che non è facile:

“Investing is simple but not easy”

Vediamo allora perchè questa operatività non può funzionare nei mercati finanziari ma prima di tutto ti faccio capire come funzionano i dividendi delle società quotate.

COME FUNZIONANO I DIVIDENDI

Un’immagine può essere più esplicativa di mille parole.

Chi mi segue anche sul profilo Instagram di Investire con Successo ha già visto questa immagine che cerca di spiegarti come funzionano i dividendi.

Le fasi che portano al pagamento del dividendo sono:

  • Annuncio;
  • Data di stacco;
  • Data di pagamento.

Adesso che hai capito i vari step che portano una società dall’annuncio della distribuzione del dividendo al suo pagamento, ti spiego se ti conviene comprare prima o dopo il dividendo.

COMPRARE PRIMA O DOPO IL DIVIDENDO

Ti faccio un esempio pratico per farti capire meglio come si svolgerebbe tutta la situazione.

L’azione XYZ annuncia che pagherà un dividendo di 1€ ad azione con data di stacco il 15 maggio e data di pagamento il 18 maggio, molte società quotate su Borsa Italiana fanno proprio così.

Per essere idoneo a ricevere il dividendo dovrai possedere quell’azione all’apertura della seduta di borsa del 15 maggio. Che è come dire che dovrai avere l’azione in portafoglio già alla chiusura del giorno precedente (il 14 maggio).

Ma cosa succede alla quotazione il giorno dello stacco del dividendo?




Se il 14 maggio l’azione XYZ stava quotando a 20 € il giorno successivo (il 15 maggio) la quotazione aprirà a 19 €:

= 20 € – 1 € di dividendo.

Si dice in questo caso che l’azione è andata ex-dividendo.

Nulla vieta all’azione nel corso dei giorni successivi di tornare a 20 € ma se vuoi fare il “giochetto” di comprare prima del dividendo e rivendere una volta che l’hai incassato ti ritroverai con l’azione a 19 € che, se vendi, produrrà una minusvalenza e in conto corrente il dividendo di 1 €.

Anzi meno di 1 € di dividendo in conto corrente.

Perchè ti stai chiedendo?

Perchè devi considerare che il tuo socio occulto è sempre presente e vuole il suo obolo. Chi può essere?

Bravo. Hai indovinato, si tratta dello stato a cui devi la sua parte attraverso la tassazione.

La tassa sui dividendi (che costituiscono reddito di capitale) attualmente è al 26 % quindi quell’euro arrivato in conto dopo aver detratto le tasse diventa un importo netto di 0,74 €.

I calcoli sono questi: 1 € di dividendo x 26% = 0,26 cent. di tasse da pagare
1 € – 0,26 € = 0,74 € di importo netto che ti rimane in conto corrente.

Come vedi il gioco non vale la candela, sei partito con 20 € e te ne ritroveresti 19,74 €. E per comodità non ho neanche tenuto conto delle commissioni bancarie o del broker che utilizzeresti.

Comprare il giorno prima dello stacco del dividendo e vendere subito dopo che lo hai incassato non funziona. Sempre che non hai una botta di fortuna e il prezzo dell’azione non vada su subito.

A me però non piace lasciare alla fortuna i miei risultati quindi non te lo consiglio.

Diverso sarebbe se acquisti l’azione il giorno prima dello stacco con l’intenzione di tenerla per un periodo di tempo più lungo. Se hai scelto una società solida che distribuisce dividendi costantemente e che ha i conti in ordine allora è possibile (anche se non vi è alcuna certezza) che il prezzo dell’azione ritorni ai prezzi pre-dividendo.




CONCLUSIONI

Come hai letto, non conviene comprare il giorno prima dello stacco del dividendo e vendere subito dopo. Semmai se un’azione è vicina allo stacco del dividendo conviene aspettare dopo lo stacco per acquistarla.

Ovviamente non c’è una regola assoluta che vale sempre e per sempre, ogni situazione andrebbe studiata a parte prima di procedere.

Diverso sarebbe attuare una strategia attraverso la quale investire per i dividendi. Se attui un’operatività del genere durante il corso dell’anno dovrai cercare dei punti di entrata nei titoli che ti consentano di avere un buon rendimento attraverso l’incasso dei dividendi.

_______________________________________________________________________________

Rimaniamo in contatto e iscriviti alla newsletter! Con cadenza mensile ti offro idee e spunti presi da interviste, articoli, paper o altro.

So che il tuo tempo è prezioso perciò ti garantisco che per leggerla impiegherai NON più di 2 minuti.

8 comments

    • È pur vero che vendendo l’azione a 1 euro in meno ti verrà scalata la minusvalenza da eventuali futuri gain per cui al netto delle commissioni È una operazione ad impatto zero (teoricamente)
      E invece che ne pensi di vendere PRIMA del giorno dello stacco? Di solito in attesa del dividendo l’azione tende a salire

      • Porta pazienza ma non credo di aver capito bene la prima parte della frase.

        Sul fatto invece di vendere il giorno prima dello stacco può avere senso se il prezzo dell’azione è maggiore al tuo prezzo di carico e hai delle minusvalenze da recuperare.
        Con la plusvalenza che generi vai a compensare, in tutto o in parte, la minusvalenza.
        Se aspettassi lo stacco del dividendo invece ci pagheresti il 26% di tasse indipendentemente dalle minus che hai.

        Sul fatto che l’azione tenda a salire in attesa del dividendo è un po’ difficile da generalizzare, dipende dall’azione, dalle condizioni di mercato.
        Tante volte è come dici tu ma ci sono tanti altri casi in cui il prezzo dell’azione non sale.

  • salve il modo sicuro di guadagnare e comperare un titolo che stacca dividendo es. 7 x 100 e venderlo un giorno o due prima dello spacco, quadagno abbastanza certo in un trend a crescere del mercato

Lascia un commento